Follow us on Facebook

It's a crush!

Balija, Extra virgin olive oil

BUSA

(Busa di Dignano, Buža, Buga)

Tra e più diffuse varietà autoctone da olio e da tavola in Istria. È maggiormente diffusa tra Fasana e Peroi, Dignano e Valle. L’albero è di dimensioni notevoli, in alcuni casi anche fino ai 10 metri di altezza.

La chioma è vigorosa, tonda e densa con la spiccata tendenza di crescita in altezza e in larghezza. Il frutto è grande e ovale, di colore verde-violaceo, spesso inclinato e quando arriva a piena maturazione si tinge di un colore relativamente omogeneo viola scuro.

La Busa è particolarmente sensibile alla nebbia, alla rugiada e al vento nel periodo di fioritura e per questo motivo si presentano periodi di alternanza nella produzione. È una varietà particolarmente adatta alla produzione di olio e di olive da tavola.

Non si può vantare di buona resa in olio, al contrario, è una delle varietà olivicole con resa minore. Tuttavia, l’olio di Busa è di elevata qualità ma solo nel caso in cui i frutti vengono raccolti quando la pigmentazione giallo-rossiccia inizia appena a farsi notare. In tal caso l’olio di Busa ha un profumo fresco, l’amaro piacevole e spiccata piccantezza.

BIANCHERA ISTRIANA

(Bianchera, Bianca Istriana)

La Bianchera istriana ha origini a Bagnoli della Rosandra vicino a Trieste. È maggiormente diffusa nella zona di Ancarano in Slovenia e sempre di più nell’Istria croata (Buie, Torre, Parenzo).

L’albero è di media vigoria. I frutti di medie dimensioni, verde chiaro fino a color rossiccio, possono essere usati come olive da tavola. La Bianchera è una delle varietà più resistenti alle basse temperature.

L'epoca di maturazione è tardiva, tra la metà e la fine di novembre, ma i frutti danno un olio di alta qualità se raccolti verso la fine di ottobre. Il contenuto in olio è elevato e particolarmente pregiato e dalle altre varietà si distingue per il forte amaro.

CARBONAZZA

(Karbonaca, Carbonera)

Carbonazza è una varietà presente sui territori tra Peroi e Fasana, un po' di meno verso Dignano. Ha preso il nome peri l colore dell'endocarpo e del frutto che arrivati a piena maturazioni diventano quasi neri.

L'albero con i suoi rami assurgenti, snelli e diritti raggiunge facilmente l'altezza di 10 metri. Questa varietà si cresce e sviluppa la chioma molto lentamente. Il frutto di Carbonazza è quasi perfettamente tondo, minuto e di colore nero con riflessi rossi e appeso al peduncolo leggermente più lungo rispetto ad altre varietà.

A causa della scarsa produzione non è una varietà molto diffusa, è sensibile alle intemperie e quindi si raccomanda di allevarla in zone ben protette.

L'olio di carbonazza è pregiato per la sua forte piccantezza. Come la Bianchera, i frutti vanno raccolti a fine ottobre quando si ottiene l'olio di massima qualità.

LECCINO

(Leccio)

Varietà italiana di olive da olio trae origini in Toscana da dove si è diffusa per la sua ottima adattabilità a diverse condizioni agroambientali nonché per la costante qualità e resa in olio. In Istria è presente dal 1940 ed è molto diffusa nelle coltivazioni. Il Leccino è di media vigoria, la crescita è relativamente veloce e la chioma densa e larga, i rami lunghi spesso cadono inclinati. È caratterizzato dalla copiosa fioritura per la quale si distingue dalle altre varietà.

Il frutto è ellissoidale, di medie dimensioni, carnoso e di colore scuro. Viene usato per la produzione di olive nere da mensa. La produzione è abbondante, matura precocemente con la resa in olio relativamente alta. L’olio di Leccino è di alta qualità, spesso con sentori di mandorlo ed erba fresca e principale nota di olivo. In Istria viene raccolto dall’inizio fino alla metà di ottobre. Il momento di inizio di raccolta di questa varietà deve essere seguito attentamente visto che dipende molto dalla quantità di ore di sole e dalla temperatura. Il Leccino può a volte maturare molto velocemente e perciò è fondamentale saper scegliere il periodo ideale per la raccolta.